AVERE SUCCESSO CON L’E-COMMERCE

AVERE SUCCESSO CON L’E-COMMERCE

Il Web e la fruizione di Internet ovunque e con qualsiasi dispositivo, anche mobile, ha rivoluzionato il sistema di vendite: in tutto il mondo è boom degli e-commerce, i negozi online raggiungibili ovunque, 7 giorni su 7, 24 ore al giorno. Quindi, basta aprire il proprio e-commerce per dimenticare i grandi sforzi che probabilmente sono stati fatti per la riuscita del proprio negozio fisico, allungarsi sul divano, aspettare i clienti e “vivere di rendita”?
La risposta, purtroppo, è scontata: NO. L’E-commerce, infatti, permette anche al piccolo negoziante di vendere i propri prodotti in qualsiasi parte del mondo ampliando così notevolmente la propria clientela e questo aumenta il livello di concorrenza.
Un negozio online ha un grandissimo potenziale ma, come tutte le attività, va costruito con cura e coltivato in modo da poterlo sfruttare a pieno.

COSA SI INTENDE PER E-COMMERCE

  • ll termine “e-commerce” indica la vendita di prodotti e/o servizi online attraverso l’uso di Internet. Gli esempi più conosciuti sono: Amazon, Yoox, Groupon, ecc…
  • Meno famoso potrebbe essere il negozio d’informatica dell’immobile adiacente che dispone di un’area di vendita sul proprio sito Internet.

ALCUNI VANTAGGI

  • Il negozio online non ha spese di affitto, né di utenze, né di personale.
  • Può allargare enormemente gli orizzonti di vendita: non per nulla, gli e-commerce di successo vantano gran parte del traffico all’estero.
  • Gestisce autonomamente le giacenze e la procedura di acquisto.
  • Può essere aggiornato semplicemente e in autonomia.
  • Il pagamento elettronico velocizza le operazioni di vendita. È consigliabile accettare sempre il contrassegno o Paypal per vincere la diffidenza che alcuni clienti hanno sull’utilizzo delle carte di credito.
  • Se costruito su un sito “responsive design”, o con una “app” dedicata, può essere facilmente raggiunto anche dai dispositivi mobili come Smartphone e Tablet.

E-COMMERCE INDIRETTO

  • La transazione commerciale avviene in via telematica, ma il cliente riceve la consegna fisica della merce a domicilio secondo i canali tradizionali, ossia tramite vettore o spedizioniere.

E-COMMERCE DIRETTO

  • L’oggetto dell’acquisto è un bene immateriale ovvero un bene che non necessita di un supporto fisico per essere trasferito, ad esempio nei casi in cui si può usufruire del bene tramite il download.
  • È la modalità più diffusa ed è paragonabile alla “vendita per corrispondenza”: la transazione avviene online ma si conclude con metodi tradizionali.

CERTIFICAZIONE DEI CORRISPETTIVI

  • Ai fini Iva, le operazioni di commercio elettronico diretto e indiretto non sono soggette all’obbligo di emissione della fattura (se non richiesta dal cliente non oltre il momento di effettuazione dell’operazione) né all’obbligo di certificazione mediante emissione dello scontrino o della ricevuta fiscale.
  • I corrispettivi delle vendite devono, tuttavia, essere annotati nell’apposito registro.

7 preziosi consigli di DIGIFE (Ecommerce WebSolutions)

  1. Affidatevi a professionisti che conoscano le “regole del gioco”! Non è per forza necessario spendere tutti i vostri risparmi ma, almeno nella costruzione della piattaforma, chiedere aiuto ad esperti improvvisati (mi si perdoni l’ossimoro) non è saggio.
    Ci vuole tecnica, strategia e consolidata esperienza per aiutarvi a costruire un progetto di questa portata. Assicuratevi inoltre di scegliere un server professionale che ospiti il sito, poiché il negozio online dovrà funzionare in modo efficace e avrà bisogno di spazio dedicato, di velocità e di assistenza per avere successo.
  2. Grafica accattivante: una volta si chiamava vetrinista, oggi è stato sostituito dal più fashion visual merchandiser, ma il concetto è sempre lo stesso, deve solo essere trasferito online. Nessuno vorrà comprare in un sito disordinato e sciatto, dalla grafica approssimativa, non aggiornato.
    Valorizzate i vostri prodotti con delle foto professionali, cercate sempre di renderli appetibili; in pratica, dimenticate per un po’ lo smartphone se non volete rischiare di farli apparire scadenti.
  3. Scegliete Paypal: ricordatevi di attivare sempre un pagamento con paypal o in contrassegno.
    Non tutti si fi dano a fornire il proprio numero di carta di credito in rete, e come dargli torto…
  4. Marketing, marketing, marketing. Sempre qui si torna: il passaparola funziona, ma prima dovete accendere la scintilla e scatenare la curiosità. Pianificate la vostra comunicazione online ed affidatevi ad una buona campagna Pay Per Click (Google Adwords in primis) per lanciare in grande stile il vostro sito.
  5. Fate pubbliche relazioni! Parlate dei vostri prodotti e del vostro nuovo e-commerce, fate sapere a tutti della possibilità di acquistare online. Molto consigliata l’attività di Digital PR, ovvero le classiche pubbliche relazioni in chiave digitale: provate ad esempio a stringere rapporti con blogger del settore di cui vi occupate, che testino i vostri prodotti e li recensiscano. Un piccolo investimento per un grande ritorno di online reputation.
  6. Fidelizzate i clienti. Create per loro delle promozioni ad hoc, una fi delity card, delle scontistiche dedicate. Implementate un servizio di newsletter per tenerli aggiornati sulle ultime novità. Ricordatevi di loro, e loro si ricorderanno di voi.
  7. Occhio ai concorrenti! Questa è una regola da non dimenticare mai: individuate alcuni benchmark da cui prendere spunto, e state sempre attenti ai bisogni del vostro target e alla strategia commerciale adottata dai vostri concorrenti diretti.

Contenuto tratto dal sistema Ratio

Leave a Reply